Addio FreeHand…

Dopo l’assorbimento di Macromedia da parte di Adobe, tutti potevano immaginarsi che qualche applicativo potesse scomparire, o quanto meno passare in secondo piano. Ecco che dobbiamo dire addio all’arcinoto software per la grafica vettoriale made in Macromedia

Addio FreeHand

Davide Vasta ha scritto il libro “Grafici al bivio” dove viene analizzata proprio la scelta vincolata a cui sono stati costretti la maggior parte dei grafici al mondo.
Trovate maggiori indicazioni sul libro su:www.graficialbivio.biz

Proprio all’uscita della nuovo pacchetto ADOBE CREATIVE SUITE 3, scompare dai listini, dalle note tecniche e dalla documentazione il glorioso Freehand: dalla prima versione del 1988, il software si è aggiornato fino alla versione MX.

Come ci si immagina, Illustrator prenderà il suo posto e, a tale proposito, è presente una guida per la migrazione che renderà meno faticoso e doloroso il passaggio dal già vecchio Freehand al software della grafica vettoriale di casa Adobe.

Ciò farà contenti alcuni grafici, ma altri, sono sicuro, non gioiranno: per quest’ultimi c’è anche la possibilità di dire la propria opnione su una petizione online.
Personalmente, come si può capire dall’ironica lapide (fatta ovviamente con Illustrator! hihiih), sono dalla parte di Illustrator e, in base al mio utilizzo, lo trovo migliore rispetto al suo antagonista.
Voi che ne pensate?

12 thoughts on “Addio FreeHand…”

  1. io personalmente mi sono sempre trovato bene con FreeHand… anche se nella mia “carriera” ho dovuto adattarmi spesso al software della situazione in cui mi trovavo, quindi Illustrator FreeHand anche CorelDraw…
    Forse FreeHand per me era quello più “simpatico” vista alcune posizioni e funzioni similari a Flash.

  2. Cmq la mossa di Adobe è stata fantastica! Perchè lottare con la concorrenza quando si può mangiarsela e farla sparire?

    Queste mosse non porteranno ad un inevitabile mancanza di stimoli a fare meglio per portare innovazione?

  3. Mi trovo d’accordo sull’aspetto simile tra FreeHand e Flash.
    Ma non pensi che adesso, dato che Flash è diventato di Abobe, si integri con Illustrator?
    Per quanto riguarda la questione stimoli a fare meglio credo che la concorrenza ci sia sempre. La guardo però anche da un altro punto di vista: unificare il sistema produttivo, secondo me, vuol dire avvicinarsi a quello che è la compatibilità universale. (controccorente è sempre Microsoft che ha lanciato fuori il player antagonista di Flash…. no comment.).

    Nel mondo della grafica “su carta” trovo più utile unire un editor immagine (Photoshop) con uno vettoriale (ilustrator) e uno di impaginazione (InDesign): la massima compatibilità.
    In passato si poteva usare Photoshop, FreeHand e QuarkXpress: 3 prodotti di 3 case diverse: compatibilità MOLTO limitata.

  4. non mi trovate d’accordo sulla somiglianza Freehand , Flash lavoro con tutti e due da anni con Freehand dalla 3.8. Diciamo che tra i due c’ èra buona compatibilità o una buona intesa, cosa che c’è già tra illustrator e flash nella CS3. Premetto che mi sto adattando ad illustrator già da diversi mesi in previsione di quello che è successo.
    Il fatto è che mi aspettavo questo ma forse in modo meno indolore. Freehand rispetto a Illustrator a una gestione diversa degli strumenti di disegno e nella CS3 mi aspettavo un avvicinamento del tipo prendiamo il meglio da tutti e due e invece a chi come me lo sta utilizzando a oggi viene dato solo un PDF dove si spiega come passare indolore da l’uno a l’altro. E siccome sfido qualcuno a abituarsi ad illustrator indolore, immerso nel miei spasmi lancio nell’etere un pernacchione con l’augurio che giunga ad Adobe come risposta da parte di uno dei loro clienti all’operazione che anno eseguito.

  5. Freehand, se non ricordo male, aveva una miglior gestione del 3D e spero vivamente che sostituisca quella attuale di illustrator, comunque approvo la scelta Adobe. 🙂

  6. @nejco
    Freehand e Flash non sono lo stesso programma.. trovo solo che uno abituato come me all’uso di Flash, quando utilizza su Freehand si trova più a suo agio che con Illustrator.

    @Mirko
    sicuramente la cosa più saggia è prendere cosa c’è di migliore di Freehand e trasbordarlo. 😀

  7. all’università mi facevano usare freehand e mi ricordo che era un programma assolutamente pessimo e impreciso. mi ha divertito molto quando l’insegnate (un grafico pubblicitario abbastanza affermato) ci ha detto “freehand è molto peggio di illustrator. però lo usano tutti. se però non riuscite ad allineare perfettamente 2 oggetti o cose del genere non perdeteci le giornate, tutti conosco i limiti di freehand e si ASPETTANO un lavoro mediocre, quindi state tranquilli che nessuno vi criticherà.”
    beh, aveva assolutamente ragione! adesso che sono libero e posso usare illustator ogni volta che presento un lavoro le reazioni sono tra lo stupito e lo stupefatto. quando poi dico “ho usato illustrator” allora tutti “aaaahhh ecco!”

  8. @Grafichissimo
    dirti che hai alternative sarebbe una balla… spera solo che un po di usabilità di freehand, che magari gradivi di più, finisca su illustrator 😀

  9. Grafichissimo: se non digerisci Illustrator, puoi sempre optare per qualche altro programma vettoriale: Corel Draw… 😀 se lo ritieni superiore.

    Curiosità: cosa non riesci a farti andar bene in illustrator?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.