Un po’ di Liquida

Che Liquida sia un nome che entri ogni giorno di più a far parte nella terminologia dei blogger, è il risultato della continua evoluzione del servizio, e ancora (davvero) molto in programma. Uscito in sordina nel periodo estivo a ricevuto entro breve approvazioni dalla blogosfera.

liquida_764819.jpg

Proprio ieri Andrea Santagata, fondatore ed Amministratore delegato, si è voluto soffermare rivolgendosi allo staff ,  sul fatto che buona parte dei meriti del successo di Liquida sono dovuti grazie dalla grande sintonia che si è venuta a creare tra chi ha partecipato e partecipa alla creazione di ogni elemento di Liquida, naturalmente la sua frase non poteva concludersi che con un “continuate così”…
Tra gli ultimi elementi che si sono aggiunti a Liquida non posso non citare l’ingresso nel team di Luca Conti, mi aggiungo benvenuto.
Personalmente, posso confidarvi di essere stato tra i primi estimatori di questo progetto fin dal suo stato “embrionale” e scoprire ogni giorno di più che i risultati sono andati ben oltre le mie personali e rosee previsioni, e tutto ciò non può che confermare l’evoluzione in atto.

La blogosfera secondo liquida

corriere-liquida.jpg

Uno studio di Liquida, senza presunzione di una valenza scientifica, vuole presentare una fotografia del mondo dei blog. Questo studio è apparsa ieri sul Corriere Economia i dati li potete trovare sul magazine di liquida.

21 thoughts on “Un po’ di Liquida”

  1. siamo poi così certi che si tratti di un “servizio” così innovativo?
    io credo si tratti solo di “successo” dovuto alla risposta in post data dai blogger all’email che li informava che erano stati selezionati come risorsa valida, salvo poi scoprire che i selezionati erano (e sono) 10500 fra i quali anche blog come diavolo.ilcannocchiale.it/post/2147441.html in homepage adesso…
    ma nessuno dei blog aggregati – di questo si tratta checché se ne dica – faceva un post con tanto di link a liquida, sarebbe stato lo stesso successo?
    di tutto rispetto il magazine invece, ottima idea ottimamente interpretata ed esplicata

  2. Ciao Rosario, sarebbe facile nascondersi dietro ad una targhetta “beta version” per qualsiasi problema, a maggior ragione visto che il servizio(!) è da non molto online…

    …se dico, nell’articolo, che il successo è dovuto dalla risposta della blogosfera è perchè quando “si è usciti” con la primissima versione beta, le iscrizioni sono arrivate inaspettatamente (e piacevolmente) ed in gran numero senza che a nessuno è stato mai chiesto nulla.
    Se mi permetti sulla parola “innovativo” avrei dei dubbi anche sul motore di ricerca che (presumo) tu usi tutti i giorni, Google non ha inventato il motore di ricerca ma non avresti difficoltà a dire che sia innovativo. 😉

    So già come vanno a finire questo tipo di discussione, un batti e ribatti fino all’esasperazione. Ti chiedo solo di dare tempo a Liquida ha ancora molto da dimostrare e mostrare. D’altra parte ogni critica come la tua, può sicuramente contribuire 😉

    Riferirò sicuramente il tuo apprezzamento alla redazione del magazine!

  3. Non sono per il botta e risposta insensato, è che liquida ha ricevuto decine (centinaia?) di post che gli davano il benvenuto, lo linkavano e concludevano con un “stiamo a vedere”.
    Questo ha decretato il successo su Google.
    Per il resto vorrei sapere quanti accessi spontanei e diretti riceve, quanti ci ritornano e quanto tempo ci passano i visitatori sulle sue pagine.
    Però, come sostieni tu, “staremo a vedere” è sempre ancora valido.
    Spero che la blogosfera – dopo l’entusiasmo iniziale – rivaluti liquida per quello sarà il prodotto finito, buono o cattivo che si rivelerà.
    Peccato per tutti quei link aggratisse che si è guadagnato anticipatamente :-).

  4. Credo che, solo per lo sbattimenti, il lavoro continuo spesso anche sabato e domeniche e vacanze ridotte al minimo, se non Liquida ma almeno il team se li è meritati tutti quei link! 😉
    Anche che se non credo sia solo questione di link, sempre meglio che guadagnarseli con dei “fantastici” contest!! Non trovi? 😛

    Per il resto che dire, piacerà?… non piacerà?… chi lo sa 😛

    A me piace pensare che finalmente in Italia qualcosa si sta muovendo, non mi riferisco solo a Liquida, ma a tutte quelle grandi medie o piccole realtà italiane che hanno deciso di non stare alla finestra e guardare quanto sono bravi all’estereo…
    si il mio è un discorso leggermente nazionalista non fraintendere le mie tendenze politiche, sono davvero stufo di sentir dire che in America o nel resto d’Europa certe cose si possono fare, ma in Italia noo..oo

    Con questo ti auguro che qualcuno affidi aggratisse anche a te sulla fiducia per i tuoi lavori, come spero che accada anche per i miei futuri progetti.

  5. io son d’accordo con Rosario, il magazine è scritto bene e pieno di risorse interessanti, conosco personalmente alcuni redattori e sono persone che stimo in maniera indiscussa.
    Neo del magazine è che pescano molti contenuti dalla rete e alcuni articoli non sono altro che listati interminabili.
    Il progetto liquida in sè invece non ha molto di originale, ma rispetto ad altri aggregatori è organizzato meglio e ovviamente gode di un’ottima indicizzazione… credo che camperà di rendita 😉

  6. @laura ,queste sono le parole di rosario: “di tutto rispetto il magazine invece, ottima idea ottimamente interpretata ed esplicata” quindi credo che siate dello stesso parere 😉

  7. sisi.. infatti mi sono ritrovata perfettamente nelle sue parole. Quanto a Liquida invece farei notare l’esistenza delle faq, tra cui una domanda che cito: Che senso ha un prodotto come Liquida?
    Beh… diciamo che molti siti non hanno bisogno di faq come questa! In ogni caso non disapprovo liquida come prodotto ma personalmente mi penalizza quando ritrovo in serp delle notizie pubblicate dal mio blog posizionate prima come “liquida” e poi come “web magazine” mmm….

  8. “So già come vanno a finire questo tipo di discussione, un batti e ribatti fino all’esasperazione”

    Se ti dispiace che scrivi a fare? 🙂

    Liquida e’ stato spinto decisamente tanto ai suoi albori ed ha tratto grandi benefici da questo, altro che partenza in sordina… Gente che si sbatte ce n’e’ molta ovunque, ma un calcio nel sedere mica ce l’hanno tutti 😀

    Anche secondo me non rende alcun servizio innovativo e campa molto sui prodotti (contenuti) altrui.

    P.S. Avere dubbi sull’innovativita’ di Google e’ come avere dubbi che so… sulle energie rinnovabili… DECISAMENTE NO COMMENT

  9. Puoi dire quello che vuoi, quello che è successo rimane… è partito com’è partito, fatto sta che la “spinta” era prevista non così a breve… caspita ci lavoro io qui, non vedo perchè dovrei dire palle?!
    Per il resto preferisco mettere davvero io un “no comment” visto che travisi completamente quanto scrivo.

  10. Nervosi oggi, eh? Se traviso correggimi, non c’è bisogno di rispondere in maniera così scoordinata… che ti devo dire, secondo me non sono io che traviso, sei tu che devi correggere un po’ il tiro

  11. Il parere è libero.. puoi giudicare come meglio credi quello che ti pare. A chi come Rosario dico solo di attendere a esprimere il suo giudizio definitivo.

    Fare intendere che ho “dubbi sull’innovativita’ di Google” quando intendo l’esatto opposto… non mi rende felice 😛 (corretto il tiro?)
    Trovo invece che la frase “campa molto sui prodotti (contenuti) altrui” la potrei facilmente associare a migliaia di servizi User Generated Content ed anche motori di ricerca. 😉

  12. io lo uso solo per portare accessi ai blog e devo dire che mi ha stupito come in breve tempo abbia scalzato i più noti oknotizie, wikio ed il nuovo fai.informazione…

    Mi sembra davvero fatto bene e l’apertura di un nuovo blog oramai è collegata alla sua iscrizione su Liquida, complimenti!

    però sto aspettando l’approvazione dell’ultimo segnalato 😀

  13. Di cosa stiamo parlando?
    Liquida è uno spam engine che viola diverse regole … prima tra tutte mostrare adsense in quel modo, se ti leggi le regole per la pesonalizzazione di adsense le aree linkabili sono solo titolo e url

    Per come la vedo io Liquida non ha niente di speciale ed è replicabile abbastanza facilmente. (tecnicamente parlando)

    Per il resto ribadisco un concetto: I soldi facili si fanno con gli spam engine … siccome questi vengono bannati con la stessa semplicità con la quale raggiungono elevati picchi di traffico .. allora li si è mascherati da metamotori, aggregatori, sminchiatori … sempre spam engine sono! Non creano nulla, spesso disturbano e campano SOLO su la grazia di google.

    Ciao

  14. @Polemico mai sentito parlare di Adsense Premium?
    Lo puoi vedere anche su Geekissimo.com, nulla che vada contro il regolamento.
    Per il resto non mi trovo molto sulla tua linea di pensiero 🙂

  15. SesMM io ti stimo però direttamente dal regolamento di Adsense Premium:

    Clickable area — only the headline and display URL may be clickable and must go directly to the destination URL.

    When a customer mouses over the listing, the URL shown should be the display URL rather than the actual URL.

    Please keep in mind that any whitespace around the ad unit may not be clickable.

    Se vuoi te lo traduco in Italiano: le aree linkabili sono solo titolo e url

    Sempre dal regolamento:

    6 Ads should be easily distinguishable from content

    Though we recommend you match the style of your Google ads to the style of your page, it’s important to remember that our policies still prohibit the implementation of ads that are difficult to distinguish from search results. One example of such an implementation would be alternating the background colors of custom ads and placing them near search results with similar alternating backgrounds.

    Lo sfondo mi sembra uguale … te che dici è un ffffff?

    Sarò polemico ma non stupido … poi ognuno fa quello che gli pare ma così mi sembra esagerato

  16. Ho sbagliato a scrivere DesMM … l’errore non è voluto, e comunque la mia stima è Vera; mi rendo conto che tali decisioni non dipendono direttamente da te, comunque non è l’unico sito che non rispetta questo regolamento … vedi tuttogratis

  17. Scusami Polemico ora hai anche tu la mia stima a primo sguardo mi sembrava una critica superficiale, mi rendo conto che non lo era. Non sono in grado di conoscere i dettagli delle scelte, ma sicuramente farò notare la tua segnalazione. Grazie

  18. L’aggregatore automatico è una vecchia idea oramai.
    Metterlo in piedi è alla portata di tutti, basta un wordpress qualunque e un plugin come feedwordpress.
    Una grafica / tema accattivante et voila, fatto.
    Insomma sono stati bravi lato marketing a pubblicizzare e spingere il prodotto (che non è poco), ma il prodotto in se non ha nulla di innovativo.

  19. Ciao Polemico, come promesso ho avvertito chi di dovere. Si è accorto anche lui del problema, è stata quindi data una forma più simile al classico Adsense… ma sopratutto è stata limitata l’area sensibile al click alle parti corrette. Per il resto delle critiche, invito ad attendere anche te. Liquida avrà diverse implementazioni 🙂

  20. @ Francesco, mi ripeterò…
    quando Google è nato, ci saranno stati già decine di motori di ricerca, questo non ha impedito ai creatori di pensare di creare un motore di ricerca. Ancora oggi se qualcun altro si mettesse in mente di creare un motore di ricerca in grado di ottenere risultati migliori, ben venga…

    Ad ogni modo… quello che Liquida vuole mettere in piedi non è una semplice lista di articoli uno dietro l’altro come hai banalizzato tu, ma valorizzare i contenuti dei blog.
    Ammetto io stesso che riuscire ad estrapolare dalla massa di contenuti creati dalla blogosfera il meglio, non sarà cosa semplice… non per nulla ci stanno lavorando da mesi professionisti dal notevole passato alle spalle e trovo che sia abbastanza riduttivo e credo anche offensivo quanto hai dichiarato 😛
    Almeno io fossi nei programmatori me la prenderei 😀

    Invito anche te ad attendere a dare il tuo estremo giudizio, non tutto è stato ancora detto e fatto… 🙂

  21. Ciao DesMM,
    il formato adsense, tuttora, non rispecchia in todo il regolamento (vedi sfondo differente), ma lunge da me fare segnalazioni o “scorrettezze” del genere. La grande G chiuderebbe certamente un occhio dati i rendimenti di Liquida per G.

    Per l’architettura del sito non è vero che un banale wordpress con plugin ad hoc riuscirebbe a riprodurre liquida; è vero invece che liquida non ha inventato NULLA, ma chi si è occupato del marketing conosce bene il mercato.

    Immagino che il business non sia solo adsense .. ne vedremo delle belle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.