Penna per iPad: qual’è la penna migliore per iPad?

Nel mio recente articolo ho messo a confronto 4 tra le migliori applicazioni utili a prendere appunti a mano su iPad. I più interessati, possessori di iPad, mi hanno spesso domandato quale fosse la migliore penna per iPad. Parto col dirvi che penso non esista una penna perfetta per iPad. Lo schermo di iPad concede l’utilizzo di penne capacitive. In pratica penne che simulino la pressione delle dita umane. Per fare questo lo schermo di iPad richiede alla penna 2 importanti requisiti, la larghezza minima di un impronta di un dito e l’elettrostaticità trasmessa dal corpo umano al contatto con lo schermo.

L’ipotetica penna perfetta per prendere appunti a mano, dovrebbe avere una punta finissima. Pretendere di scrivere precisamente con una punta larga quanto un pennarellone testi piccoli e sottili non è di certo il massimo. Devo purtroppo ammettere che iPad non è lo strumento perfetto per prendere appunti a mano, esistono altri tablet che permettono la scrittura con penne a punta sottile quindi posso immaginare più precisi.

Tenendo conto di questo fatto iPad ci offre una vastissima scelta di applicazioni per la produttività, tra cui l’ottimo Bamboo Paper, ed alcune penne nonostante non possano arrivare alla perfezione, riescono a farci apprezzare la scrittura a mano libera anche su iPad. In più con un po’ di pratica si possono raggiungere ottimi risultati.

Le penne capacitive per iPad che ho provato

La prima penna capacitiva che ho tenuto tra le mani è stata di una di quelle marche, tipo quelle che vendono oggetti elettronici in Autogrill. Un vero disastro! La penna aveva un attrito tale che la punta non riusciva proprio a scorrere sullo schermo.

La seconda penna l’ho potuta provare in ufficio, una Pogo Sketch gentilmente concessa da un collega. Non male ma, molto scorrevole la punta un spugna ma non estremamente precisa un prodotto molto valido con un prezzo che si aggira ai 20€.

Grazie a qualche video su youtube e qualche tutorial. Sono riuscito a costruirmi più di una penna capacitiva fatta in casa, con del materiale facilmente reperire.


Mi sono sentito un po’ il Macgyver della situazione, molto divertente vi consiglio di provarci anche voi. La mia prima penna è stato richiesto questo materiale: una matita spuntata, carta stagnola, confezione di una merendina e scotch.
Per la seconda penna capacitiva realizzata a mano, ho utilizzato: l’involucro di una Bic, una graffetta, della spugna, e scotch.
Qui sotto potete ammirare alcuni dei vari tentativi, la prima a sinistra naturalmente è la penna per iPad che ho acquistato.

Quando ho visto al la nuovissima (e bellissima) Bamboo Stylus della Wacom, e visto che conosco bene la qualità delle loro tavolette grafiche, non ho saputo resistere neanche al suo prezzo di 29.99€. Per quanto mi riguarda sono soldi ben spesi, anche se un po’ mi spiace aver perso gli sguardi della gente nel momento che esibivo le mie penne capacitive fatte in casa.
La Bamboo Stylus, da molti è considerata una delle migliori penne per iPad. Sono certo che Wacom ha visto iPad come un pericoloso competitor per i propri prodotti, con questa intelligente mossa, ha utilizzato tutta la propria esperienza in materia di penne grafiche per realizzare un ottimo prodotto. E naturalmente funziona alla perfezione con l’applicazione correlata per iPad Bamboo Paper.

Un difetto? Cade! Tende a scivolare facilmente dalle mani e non so perché, sarà anche causa della “legge di Murphy” ma la penna cade sempre di punta. La responsabilità sicuramente è mia ma non c’è molto grip sulll’impugnatura. In ogni caso dovesse rovinarsi la punta in gomma, esistono pezzi di ricambio ordinabili dal sito Wacom.

Qualche articolo correlato su penne per iPad dalla rete

Simon’s Cat le video vignette di Simon Tofield

Simon’s Cat è una trasposizione a video delle strisce umoristiche che si possono trovare sulla carta stampata. Simon Tofield è l’autore , ispirato dai suoi gatti, ha deciso di riprodurre gli atteggiamenti tipici e buffi dei gatti in una serie prima di vignette che hanno un grandissimo successo su Youtube, il suo canale è seguitissimo, ma anche su Facebook riscuote grande successo.

Simon Tofield lavora in digitale per creare le sue vignette e più precisamente usa una tavoletta Wacom intuos3 formato A4, e Adobe Flash come proiettore virtuale sul quale creare e riprodurre i frame delle vignette. Simon non si limita al design ma si occupa anche degli effetti sonori e del montaggio video. A mio parere, il successo dovuto dal fatto che queste vignette sono in “multilingua”, il divertimento è garantito da espressioni atteggiamenti, movimenti, rumori e suoni degli interpreti senza mai pronunciare alcuna parola, quindi rende le scenette alla portata di tutti.
Vi lascio con un paio di queste video vignette:

Video intervista

in questa video intervista Simon Tofield svela il meccanismo del tuo lavoro e viene filmato mentre è all’opera con le sue vignette e vari passaggi necessari a completare l’opera.

Per saperne di più su Simon’s cat

Ricordandovi che simonscat.com è il sito ufficiale dove potrete trovare altro materiale, potreste trovare interessante anche il suo libro magari come pensiero natalizio. C’è anche un applicazione iPhone.
Io le trovo davvero spassose voi che ne pensate?

Avatar Speed Painting e MakeOver Photoshop

Prendendo ispirazione dall’articolo di ieri di julius, anch’io voglio proporvi un po’ di materiale legato ad Avatar, il film che tanto sta riscuotendo successo, ora anche nei nostri cinema. Voglio proporvi un po’ di video che dimostrano che anche in rete, molti sono stati colpiti dai personaggi del film. E gli omini blu stanno invadendo YouTube.avatar-makeover Leggi tutto

Concept art: videogame

Una delle professioni che più richiede l’uso della tavoletta grafica è il disegnatore di Concept Art. Nel mondo video ludico, la grafica è un fattore decisamente importante. Nella progettazione riuscire ad avere le idee ben chiare, ed avere una linea guida grafica da seguire, è fondamentale per riuscire ad ottenere un valido risultato finale.farcry-2-concept-artE’ a questo punto che intervengono dei veri e propri maghi della tavoletta grafica che con Photoshop o Painter (anche se non tutti lavorano per forza in digitale), sono in grado di creare personaggi, oggetti e paesaggi e regalarci dei magnifici Concept Art, che a volte diventano la copertina della confezione del videogioco, o anche parti integranti del videogame. Leggi tutto

Creare una bozza di un Logo con Photoshop

Quest’oggi mi sono offerto per la realizzazione di un logo, che potrebbe essere anche uno sfondo, per  un sito che mi ha chiesto un amico. Colgo quindi l’occasione per mostrarvi i passaggi della lavorazione. Partendo dalle prime sensazioni fino ad arrivare a completare la bozza finale che domani mostrerò.

bozza-logo-designmultimedia Leggi tutto

Tavoletta grafica economica

Ecco finalmente una tavoletta grafica davvero economica. Infatti si sta parlando di un aggeggio che può costarvi meno di 4 euri! Come potrete notare si tratta di uno strumento alquanto arcano, ma analizziamone i punti di forza…

penna digitale Leggi tutto

PaperShow: da carta al digitale

PaperShow è il sogno che diventa realtà per molti professionisti che hanno a che fare con meeting, conferenze, riunioni o quant’altro necessiti di di spiegazioni visuali in tempo reale. Ammetto di essere stato piacevolmente colpito dal prodotto, quanto mi hanno chiesto un parere tramite una società di marketing 2.0…

PaperShow: da carta al digitale Leggi tutto

Speed Painting di Massimo Mastromarino

Occasionalmente mi capita di proporre la visione dei mie lavori a tavoletta grafica, chi segue Paintblog.net sarà sicuramente aggiornato su tutti i miei Speed Painting. Con l’occasione del mio ultimo “ritratto virtuale”, Pubblico su questa pagina un player personalizzato di tutti i lavori svolti fino ad ora, così anche da poter valutare voi stessi, i miglioramenti avuti col passare del tempo…

Leggi tutto

Reportage PhotoShow 2007

Ad una settimana esatta dalla mia presenza al PhotoShow 2007, ho pronto il materiale da mostrarvi, compreso un breve video che mostra insieme a qualche immagine dove mi sono soffermato. Inizio subito col dirvi che è stata un po scarna la presenza di stand dedicati ai software fotografici, a partire da Adobe. Anche se bisogna dire che la presenza di Photoshop era praticamente quasi ovunque c’era un computer acceso e si trattava ritocco immagini, e quasi sempre il PhotoShop utilizzato era CS3 extended…

Leggi tutto

Tavoletta Grafica


Addio matita? Oramai per disegnare non si usa più il classico pezzetto di legno con la punta in graffite, chi l’avrebbe mai detto che la matita fedele compagna degli artisti dei tempi passati, che ha contribuito alla creazione dei cartoni e dei fumetti, venisse riposta in un cassetto per dare spazio alla “Tavoletta Grafica“….

tavoletta grafica

Leggi tutto