XCondividi su Facebook
XCondividi su Twitter
XCondividi su Google Plus
XCondividi su Linkedin
7Condividi su Facebook
14Condividi su Twitter
3Condividi su Google Plus
10Condividi su Linkedin

Effetto HDR tutorial (1parte)

HDR sta per High Dynamic Range ed è una tecnica utilizza in fotografia che permette i calcoli dall’illuminazione in un area più estesa, in parole povere sarà  possibile aumentare i dettagli di un immagine, sfruttando la luce, per ottenere risultati unici…

hdr

Oggi vedremo come partendo da una foto qualunque potremo creare un’immagine in stile HDR.

HDR tutorial

innanzitutto avremo bisogno di una macchina digitale con modalità  d’esposizione AEB (Auto Exposure Bracketing) o che consenta di impostare manualmente la modalità  di esposizione, ma in questo caso servirà  anche un cavalletto per tenere la fotocamera ferma.

Phostoshop CS2 o successivo, saper usare le curve con Photoshop. Questo video è un ottimo punto di partenza.

Scegliete delle inquadrature che lascino spazio a contrasti (cielo e terra ad esempio), trovato il nostro soggetto impostiamo la fotocamera in modalità  AEB che farà  tre scatti differenti con diversi livelli di esposizione. Se non abbiamo questa modalità  sulla fotocamera, senza muoverla, e possibilmente posizionata su un cavalletto facciamo tre foto in rapida sequenza.

Ora apriamo Photoshop, andiamo su File-Automatizza- Unisci a HDR. Selezioniamo le immagini scattate in precedenza, e facciamo click su “Tenta di allineare automaticamente le immagini sorgente” se le foto sono leggermente mosse.

Se abbiamo esperienza con le curve e gli istogrammi di Photoshop bene, altrimenti guardate il video che ho linkato in precedenza. Apriamo il nostro file HDR a 32-bit e andiamo in Immagini-Modalità -8Bits/Canale. Qui ci sono quattro opzioni, quella che interessa a noi è Adattamento locale, cosi potremo lavorare manualmente.

Adesso viene la parte creativa, se avete guardato il video tutorial sapete che per usare l’eyedropper dovremo isolare l’area dell’immagine con la quale desideriamo lavorare, creare un punto di ancoraggio, e spostare la curva del grafico a nostro piacimento. Possiamo partire con un semplice aggiustamento, trascinando verso il basso la curva, l’immagine diventerà più scura, il tutto con l’obbiettivo di creare un buon contrasto.

Continua qui: effetto hdr tutorial (2parte)


Fonte immagine MorBCN

Altri 5 commenti su “Effetto HDR tutorial (1parte)
  1. Peppe ha detto:

    Ma invece di fare 3 scatti uguali, nel caso non abbiamo la modalità AEB, non va bene duplicare 2 volte il livello della foto?

  2. DesMM ha detto:

    @Peppe l’effetto migliore si riesce ad ottenerlo con dei sorgenti adatti per HDR.
    In passato mi sono cimentato a trovare il modo di realizzare effetti HDR da una singola immagine e con photoshop giocandoci un po’ si può ottenere un valido risultato ma è più lungo il procedimento. Esistono anche plugin Photoshop che permettono un HDR fake.

  3. manuel ha detto:

    no, con una sola foto duplicata le informazioni sono le stesse, mentre con tre scatti catturiamo dettagi che sulla foto originale sono troppo neri o troppo chiari e possiamo mixarli.

  4. GiorgioTedesco ha detto:

    Le metodologie possono essere diverse. Il bracketing è comodo decisamente, il problema è che avviene un cambio di diaframma il che porta alcune volte a foto hdri non corrette. Ovvero, se prima un area ad una certa distanza era a fuoco corretto nell’ultima può essere sfuocato, quindi alcuni fotografi (in vari forum) preferiscono modificare i tempi di scatto rispetto al diaframma (l’eventuale problema che nasce da ciò è che il panorama può cambiare nel tempo)…

    Quindi per farla bene una foto hdri occorre una giornata poco ventosa, con oggetti che non si muovono (gente per strada), in effetti se si pensa il motivo per il quale è nata la fotografia hdri allora pensare di farla all’esterno o fuori da un set cinematografico risulta assai una scelta di fotografare molto ardua.

    PS: la fotografia HDRI nasce dall’esigenza di avere le stesse fonti luminose all’interno di una scena 3D. Nel suo utilizzo viene utilizzata una sfera cromata in modo che con 3 scatti coprono l’intero panorama 360×180. Un pò come hanno fatto con StreetView di Google (ma google in quel caso non ha utilizzato alcun tipo di HDRI, solo telecamere particolari che riprendono la scena sfericamente). La cosa buffa, se vogliamo parlare di google è che ha comprato una tecnologia Canadese, una delle poche nazioni che ha vietato l’uso di streetview nella propria nazione….

    Un saluto :)

  5. DnaX ha detto:

    C’avevo già provato in precedenza ma non avevo la funzionalità per fare la stessa foto ad esposizioni diverse per cui il risultato era che le foto non combaciavano. La prossima volta provo a caricare un firmware speciale nella Canon oppure in alternativa userò un cavalletto.

Segui Desmm
+ Segnala un
progetto
DesMM © 2002 - 2018 Design by Massimo Mastromarino.

Form Css Style

Effetto HDR tutorial (2parte)